Storia

Una masseria degli anni 800 del secolo scorso riconvertita in una struttura di ospitalità

immagine in evidenza della pagina Storia

Con passione e dedizione la famiglia Pisani da generazioni coltiva le proprie terre e da sempre l’amore per la terra e il genuino legame con la natura e  il territorio ne animano il lavoro.

La masseria risale alla fine dell’Ottocento ed è qui che nel primi anni del Novecento Luigi Pisani, imprenditore agricolo, allevatore  e produttore di formaggi e latticini destinati, insieme alla frutta coltivata, alla vendita, aveva la sua residenza estiva.

Il figlio Giorgio, oltre a convertire l’attività produttiva principale del padre da allevamento e trasformazione lattiero-casearia in quella di coltivazione di agrumi con metodo biologico, si è lungamente dedicato all’attenta ristrutturazione del casale per dar vita ad una pioneristica ospitalità di campagna, almeno per quei tempi.

Era l’epoca in cui l’ospite e il padrone di casa sedevano l’uno accanto all’altro nella cucina rustica per consumare il pranzo o la cena. Giorgio è stato architetto di sè stesso, ha ascoltato il suo estro e con passione ha dato vita all’attuale struttura che ha aperto i battenti nel 2001, proprio quando lui, prematuramente, veniva a mancare.

Erano gli anni in cui in Calabria si sviluppavano le prime aziende agrituristiche, tutte con una forte connotazione familiare, in grado di dare agli ospiti l’opportunità di vivere in un contesto rurale ed intimo al tempo stesso.

E’ così che è nata la Masseria Al Vecchio Biroccio,  che deve il suo nome proprio all’antico biroccio con cui nonno Luigi  attraversava la Piana di Sibari alla volta di Cosenza e dei paesi limitrofi per vendere i propri prodotti e che ancora è qui, un pezzo della nostra storia.

Si respira ancora tutto il fascino dell’antico in questo angolo di campagna circondato da ulivi e alberi di agrumi, i tratti originari della vecchia masseria sono stati sottolineati da un restauro che ha reso gli spazi più moderni e funzionali.

Di padre in figlio, prima insieme alle sorelle e alla madre, poi dal 2009 prendendo personalmente le redini dell’azienda di famiglia, Luigi Pisani continua il lavoro di chi lo ha preceduto, portando avanti un’impresa storica che nel corso degli anni si rinnova, cercando di qualificare sempre più la propria offerta.

L’ospitalità mira ad una crescente qualificazione grazie ai servizi e ai confort a disposizione degli ospiti, la cucina si rivolge ad un pubblico amante del giusto equilibrio fra creatività e tradizione, mentre l’attività agricola cerca di avvicinarsi in maniera diretta e senza intermediazioni ai consumatori più attenti alla genuinità dei prodotti biologici.

Vogliamo offrire a chi ci viene a far visita la nostra più cordiale ospitalità, l’opportunità di recuperare un sano rapporto con la natura e la possibilità di godere delle bellezze paesaggistiche e culturali della Piana di Sibari, e di gustare la bontà e la genuinità della nostra cucina.